L’Alimentazione per il Motociclista

Alimentazione in motoIl Motociclista può essere considerato a tutti gli effetti uno sportivo in quanto è costretto ad una determinata posizione in sella e a movimenti per direzionare il mezzo, dev’esser pronto a “sopportare” le condizioni atmosferiche esterne, ed infine, ma non per importanza, dev’esser lucido per avere ottimi riflessi!
Alla luce di quanto detto il centauro deve alimentarsi ed allenarsi per poter tenere in perfetta forma il proprio fisico.

L’articolo che segue non vuole assolutamente stilare nessuna dieta o allenamento rigoroso, dato che questi consigli si rivolgono sopratutto al Mototurista o anche a chi usa il proprio due ruote quotidianamente.
Perchè un corpo ben alimentato ed allenato riuscirà ad affrontare percorrenze più lunghe senza patire sofferenze.

In questo servizio parleremo del primo aspetto: l’Alimentazione.
Per prima cosa dobbiamo evidenziare che ogni soggetto ha un diverso dispendio calorico dato dal peso corporeo, dalle ore di sonno e da altri aspetti.

E’ possibile calcolare il proprio consumo calorico cliccando QUI.


Alimentazione sana sportivaLa corretta alimentazione non rappresenta nulla di meticoloso, infatti basta seguire un
regime equilibrato e mangiare un pò di tutto nelle giuste quantità: carboidrati, proteine, grassi, vitamine, minerali e acqua.

E’ importante mantenere l’equilibrio delle calorie che introduciamo nel nostro organismo rispetto a quelle che andremo a “bruciare”; nel senso che se la nostra attività, in questo caso il nostro viaggio, sarà lungo ed impegnativo, dovremo mangiare alimenti in grado di fornire al nostro corpo un sostegno energico più duraturo e costante nel tempo. Viceversa se dovremo affrontare un breve spostamento, sarà bene consumare un pasto meno calorico.
Sino ad ora abbiamo parlato solo della “giusta quantità”, ma ricordiamo che anche la qualità degli alimenti è importante: non tutti i carboidrati, i grassi e le proteine sono uguali! Ad esempio l’energia fornita da un carboidrato come il cioccolato è totalmente diversa da quella data da un cereale.
Quindi occhio alla scelta degli alimenti.
Andiamo ora ad analizzare singolarmente i macronutrienti e a fare una distinzioni tra quelli “buoni” e quelli “meno buoni”.

mandorleI Grassi:
I Grassi si dividono in:

Saturi: costituiti prevalentemente da origine animale: insaccati, burro, carni grasse.
Insaturi: presenti nei vegtali: frutta secca, olio d’oliva.
Bisogna limitare l’assunzione di grassi Saturi che aumenta la formazione di colesterolo cattivo, favorendo quelli Insaturi ottimi alleati alla produzione di energia, colesterolo buono e controllo dei sistemi ormonali.
-E in moto quali sono i Grassi che posso portare comodamente?
Sicuramente possiamo portare in un sacchettino una manciata di frutta secca come mandorle o noci.

carboidratiI Carboidrati:
La classificazione dei carboidrati va fatta in base all’Indice Glicemico.
Esistono quindi alimenti a basso medio ed alto indice glicemico.
Quelli con un alto indice aumentano la glicemia e di conseguenza la spinta insulinica, che rimuove lo zucchero dal sangue per depositarlo all’interno delle cellule, oppure lo trasforma in grasso e favorisce la produzione degli ecosanoidi cattivi.
Quindi dobbiamo prediligere alimenti con basso indice glicemico.
Alla pasta e al pane fatti con farina raffinata preferiamo quelli di tipo integrale, che hanno un maggior apporto di fibre, utili per una perfetta efficienza del sistema cardiocircolatorio e avendo un indice glicemico più basso hanno la capacità di fornire energia in modo più graduale, costante e duraturo!
Contengono carboidrati alimenti come pasta, riso, pane, frutta e legumi.
-E in moto quali sono i Carboidrati che posso portare comodamente?
Pane, cracker, crostini o anche barrette energetiche di quelle che non si sciolgono al sole tipo QUESTE, e frutti.

proteineLe Proteine:
A rappresentare i cosiddetti mattoni che formano i nostri muscoli ecco le tanto famose proteine. Di fondamentale importanza, dato che entrano nella composizione di varie componenti cellulari ed intervengono nello svolgimento di innumerevoli funzioni corporee, vanno assunte sicuramente nei tre pasti principali.
Occhio a non eccedere nelle quantità in quanto un alto carico proteico affatica reni e fegato compromettendo il sistema immunitario.
Le proteine si trovano in alimenti come carne, pesce, formaggi, uova e legumi.

-E in moto quali sono le Proteine che posso portare comodamente?
Probabilmente gli alimenti proteici da portare in moto sono quelli un pò più complicati in quanto carni, salumi e formaggi hanno bisogno d’esser conservati ad una temperatura molto fresca. Però scatolette di tonno, carne in gelatina, tocchetti di parmiggiano o barrette proteiche possono sicuramente essere una valida e pratica soluzione.

acquaE bere?
Se pensiamo che il nostro corpo è costituito da ben il 70% d’acqua è di semplice intuizione che l’idratazione è fondamentale! Bisogna bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, ai pasti principali ma anche tra gli spuntini. Piccoli sorsi, anche se non se ne sente l’esigenza. Meglio prevenire la sensazione di sete che può essere un campanello d’allarme di un inizio di disidratazione, seppur leggera.
-E in moto quali sono le Bevande che posso portare comodamente?
La miglior bevanda in assoluto è sicuramente la semplice acqua di fonte, ricca di sali minerali che riesce a dissetare realmente il nostro organismo. Ma se vogliamo qualcosa anche di gustoso, possiamo tranquillamente consumare bevande con aggiunta di destrosio, maltodestrine e fruttosio, magari al gusto di agrumi, tipo QUESTA.

Quante volte mangiare?
Per dare un apporto di nutrienti, quindi di energia, oltre che sufficiente anche costante si consiglia di consumare oltre ai 3 consueti pasti principali anche 2 piccoli spuntini, uno a metà mattina, l’altro a metà pomeriggio. Possono essere costituiti da frutta secca e frutta di stagione, craker o anche tonno per dare apporto proteico.

Come alimentarsi d’Inverno?
Quando le temperature sono rigide bisogna immagazzinare maggiori calorie, che serviranno a mantenere il nostro organismo ad una temperatura costante di circa 37°.
Favorire sempre alimenti non ipercalorici, ma di facile digestione per avere subito pronte le calorie, mangiare più frequentemente inserendo più spuntini queste sono le regola base.
Inoltre d’inverno, quando nei nostri polmoni arriva aria secca e fredda che aumenta la perdita di liquidi, occorre bere di più che in estate!
Quindi per scaldarsi via libera a pasti come zuppe e minestroni e bevande come tisane e thè! Ottimi d’inverno gli alimenti ricchi di vitamina C che prevengono le classiche malattie da raffreddamento: peperoni, broccoli, arance etc.

Come alimentarsi d’Estate?
D’estate di fondamentale importanza è l’apporto di liquidi e sali minerali.

Sicuramente iniziare la giornata con una carica di carboidrati derivati dalla frutta ricchi in magnesio e potassio, possono esserci utili per non andare incontro a cali di pressioni dovuti alle alte temperature (banane, albicocche…)
Grazie alla presenza di preziosi liquidi mi sento di consigliare tanta frutta di stagione durante la giornata, e a pranzo e cena spaziare tra insalatoni, pesce fresco (quando si può), salumi non grassi e non troppo salati.

Integratori:
Esistono numerosi e validi integratori utili per sopperire alle carenze di macro e micronutrienti.

Io consiglio di portare in viaggio una confezione di multivitaminico: sarà sicuramente un valido aiuto per aver disponibili sempre vitamine e minerali.

La mia alimentazione in viaggio:
Colazione:
Di prima mattina sicuramente la fame è tanta e la voglia di mettersi a preparare una laboriosa colazione è poca. Quindi solitamente vado di fette di pane con nutella, un frutto e succo di frutta o latte. Il tutto rapido ed economico!
Pranzo:
A pranzo, quando si trova qualche salumeria, ottima è la scelta del classico panino, o in alternativa tonno e crostini di soja con un frutto di stagione.
Cena:
Personalmente durante i miei viaggi porto sempre con me un fornelletto a gas, e una buona scorta di minestroni o risotti pronti, quelle nelle buste che vanno versati direttamente in acqua calda per intenderci. Beh, non saranno il massimo della salubrità ma quando si ha un pò più di fame e voglia di un pasto caldo, riescono a sfamarmi con un certo gusto.
Spuntini:
Solitamente frutta secca, biscotti e barrette energeiche e proteiche riescono tranquillamente a soddisfare le mie esigenze.

Vi aspetto al prossimo articolo sulla giusta preparazione fisica sotto il punto di vista muscolare ed articolare per resistere a medio e lunghi viaggi on the road!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...